20.9.07

 

Taranto, violentata dal branco, con la complicità dell'ex-fidanzato


Hanno abusato di lei in cinque per punirla di aver interrotto la relazione. A lungo ha taciuto terrorizzata dalla minacce. Poi un'amica l'ha convinta a parlare

Violentata dal branco: cinque arresti a Taranto. Nel branco che l'ha violentata c'era anche l'ex fidanzato: voleva punirla d'averlo lasciato. Ha chiamato i suoi tre fratelli e un amico; l'hanno stuprata in cinque, in un casolare alla periferia di San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto. Lei è una contadina di trent'anni. L'hanno trascinata via mentre stava andando a lavorare nei campi.

Per cinque mesi ha taciuto, terrorizzata dalle minacce di quei bruti. Ma ieri ha confidato il suo dolore ai carabinieri e con l'accusa di sequestro di persona e violenza sessuale, tutti e cinque i suoi aguzzini sono finiti in carcere. E' stata un'amica a convincere la vittima che era giusto denunciare la violenza: tacere sarebbe stato come essere violentata una volta ancora. Ma lei aveva paura: l'ex fidanzato e i suoi compari l'avevano minacciata e le avevano anche incendiato l'auto per rendere più credibile le intimidazioni. Si è sfogata solo oggi, cinque mesi dopo la violenza: ha fatto nomi e cognomi, indicato il luogo della violenza e raccontato ogni momento di quel drammatico 4 maggio: "Mi hanno costretta a salire su un'auto e mi hanno portata in un casolare. Mi hanno immobilizzata e passata di mano in mano. Mi dissero che sarei morta se avessi parlato".

Gli arrestati sono braccianti agricoli di un'età compresa tra i 24 e i 36 anni. Due di loro erano stati arrestati nel 1998 con l'accusa di aver violentato un ragazzo di 21 anni affetto da deficit mentale. Abusarono di lui sul terrazzino di un'abitazione; per quei fatti, la vittima arrivò ad un passo dal suicidio. All'epoca dei fatti, Giampiero, che ha già scontato una condanna definitiva, era ancora minorenne.

(Repubblica.it, 19.9.07)

Etichette:


Comments: Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

"La donna libera dall’uomo, tutti e due liberi dal Capitale"

(Camilla Ravera - L’Ordine Nuovo, 1921)

--------------------------------------

Sciopero generale, subito!

Stop agli omicidi del profitto! Blocchiamo per un giorno ogni attività. Fermiamo la mano assassina del capitale. Organizziamoci nei posti di lavoro in comitati autonomi operai con funzioni ispettive. Vogliamo uscire di casa... e tornarci!

--------------------------------------